Colloquio informativo gratuito Tel +39 333 8950100
Convenzioni sanitarie con Unisalute e altre assicurazioni sanitarie, varie sedi: Bologna, Molinella, Medicina, Imola, Castenaso, Altedo, Conselice(Ra), Argenta (Fe).
Seguimi su facebook  Seguimi su Twitter  Seguimi su Linkedin  Contattami su Skype
+39 333 8950100



HOME |  MI PRESENTO  |  COLLABORAZIONI  |  CONSULENZA PSICOLOGICA ON-LINE  |  LINK UTILI  |  TARIFFE E CONVENZIONI AGEVOLATE  |  CONTATTI
VALUTAZIONI PSICODIAGNOSTICHE ASSISTENZA E SOSTEGNO PSICOLOGICO PSICOTERAPIA INDIVIDUALE PSICOTERAPIA DELLA COPPIA E FAMIGLIARE PSICOTERAPIA IPNOTICA TERAPIA DI GRUPPO TERAPIE PER L'INFANZIA E L'ADOLESCENZA TRAINING AUTOGENO, TECNICHE DI RILASSAMENTO E GESTIONE DELLO STRESS PSICOLOGIA TRANSCULTURALE ARTETERAPIA SOSTEGNO PSICOEDUCAZIONALE A GENITORI, ADOLESCENTI E BAMBINI BIOTERAPIE PER IL BENESSERE PSICHICO E YOGA IN PSICOLOGIA PREPARAZIONE MENTALE NELLO SPORT PREPARAZIONE AL PARTO E SOSTEGNO ALLA MATERNITA' CONSULENZA PSICOFARMACOLOGICA TRATTAMENTO MULTIDISCIPLINARE PER I DISTURBI ALIMENTARI FORMAZIONE PSICOLOGICA E SUPERVISIONE

Disturbo dell'identita' di genere

L'identità di genere e' uno dei fattori psicosessuali che insieme con l'identità sessuale, l'orientamento sessuale ed il comportamento sessuale, vanno a costituire, nel contesto generale della personalità, la sessualità dell'individuo.

L'identità di genere e' la sensazione soggettiva e profondamente radicata che ognuno ha di essere uomo o di essere donna e che generalmente corrisponde al sesso biologico della persona.

Il disturbo dell'identità di genere esordisce nella prima infanzia, verso i 3-4 anni di età .
Il forte desiderio di appartenere al sesso opposto a quello biologico, di vivere ed essere trattati come membri di tale sesso, ed il persistente disagio e senso di estraneità nei confronti del proprio corpo, persistono e si fanno più consapevoli in adolescenza e nell'età adulta.

Queste persone soffrono molto per la loro condizione e desiderano fortemente acquisire le caratteristiche anatomiche del sesso a cui si sentono di appartenere. Affermano di essere nati nel corpo sbagliato, di sentirsi in esso intrappolati.

Attraverso l'abbigliamento, il trucco, l'uso di ormoni e il ricorso ad operazioni chirurgiche, questi soggetti cercano di adattare il loro sesso biologico al loro sesso psicologico.

Non esistono studi epidemiologici recenti e veramente completi che forniscano dati sulla prevalenza del Disturbo dell'identità di genere. Le stime più attendibili si basano su ricerche effettuate soprattutto in Europa sui pazienti che richiedono l'intervento medico e chirurgico, e dalle quali emerge che circa 1 maschio adulto su 30.000 e 1 femmina adulta su 100.000 soffrono del disturbo.
E' molto probabile che il fenomeno sia sottostimato.